Dieta per sovrappeso e obesità

Nonostante il grado di malnutrizione esistente sul pianeta, l’Organizzazione Mondiale della Sanità considera l’obesità uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo.

Se una volta l’obesità era considerato come un “problema dei ricchi”, in quanto legato a quella condizione di benessere che regnava laddove erano maggiori le risorse economiche da destinare al cibo, oggi non è più così, o almeno non solo. Sicuramente è un problema maggiormente presente nei paesi sviluppati, spesso legato a un consumo maggiore di “junk-food”, ma colpisce anche le fasce di popolazione più svantaggiate. Questi tendono infatti ad avere un’alimentazione poco variata, consumando quantità eccessive di farinacei e grassi a discapito di frutta e verdura, oltre che a curare meno la propria immagine ed il proprio benessere attraverso una costante ed adeguata attività fisica.

Fernando Botero, Naturaleza muerta con helado, 1990

Quando si può parlare di sovrappeso e obesità, e quali sono i rischi riconosciuti per la salute:

Si può parlare di sovrappeso e/o obesità quando ci troviamo in presenza di un eccesso di grasso corporeo in relazione alla massa magra, sia in termini di quantità che di distribuzione nei vari punti del corpo.

Può essere utile calcolare il proprio Indice di Massa Corporea (BMI), che è uno degli indicatori per valutare il proprio stato nutrizionale.

Sovrappeso e obesità sono purtroppo universalmente riconosciuti quali fattori di rischio per lo sviluppo delle patologie croniche più diffuse nel mondo occidentale quali malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione, infarti ed ictus, alcuni tumori (endometriale, colorettale, renale, della colecisti e della mammella in post-menopausa), malattie del fegato e della colecisti, dislipidemie (colesterolo alto, trigliceridi alti o entrambi), disturbi respiratori quali apnea nel sonno, irregolarità mestruali, irsutismo ed altri problemi a carico dell’apparato endocrino.

Studi recenti hanno riscontrato la probabilità che esistano fattori genetici combinati in grado di favorire o meno la capacità di accumulare o perdere peso, ma l’obesità è comunemente il risultato di abitudini alimentari e stili di vita scorretti mantenuti nel tempo.

Perché è importante intraprendere un percorso nutrizionale personalizzato:

Seguire un programma alimentare equilibrato e personalizzato con il supporto di un nutrizionista permette, attraverso un percorso graduale, di modificare quelle abitudini scorrette acquisite e mantenute nel tempo al fine di prevenire le più diffuse patologie croniche e migliorare il proprio benessere personale e sociale.

 

Per PRENOTARE una consulenza:

Dott.ssa Claudia Troiani – Biologa nutrizionista

Riceve a San Benedetto del Tronto | Alba Adriatica | Pescara

Contatti 334 2599458 | [email protected]

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*