EDUCAZIONE ALIMENTARE

Succede spesso che persone, anche perfettamente normopeso, si trovino a combattere giornalmente con problematiche legate all’alimentazione, anche se non così gravi da essere classificate o diagnosticate come patologie, ma sicuramente fastidiose.

educazione alimentare

Rientrano in questa categoria gonfiori addominali, digestione difficoltosa con conseguente senso di pesantezza all’addome, stitichezza, inestetismi della pelle (acne, cellulite, occhiaie, ecc.) ma anche mal di testa, difficoltà di concentrazione al lavoro o nello studio in particolare dopo pranzo, ecc.

Tutti questi disturbi sono legati anche ad un’alimentazione scorretta e poco variata, a sua volta conseguenza della routine giornaliera, della mancanza di tempo, della pausa pranzo troppo corta, della difficoltà a trovare punti di ristoro attrezzati, ecc.Sempre più spesso allora si salta il pranzo, o il pasto si riduce ad un panino o un trancio di pizza consumato velocemente al bar o ancor peggio davanti alla scrivania.

pranzo panino

Va bene, è vero che la vita corre sempre più velocemente e il tempo a disposizione è sempre troppo poco, ma è vero anche che a volte siamo noi che non riusciamo ad organizzarci e di conseguenza scegliamo la strada più semplice e più veloce, senza pensare che alimentarsi in modo corretto è un modo per prenderci cura di noi stessi.  A volte inoltre tendiamo inoltre a sottovalutare, o al contrario a sopravvalutare le qualità nutrizionali di alcuni cibi, ad avere un’alimentazione poco variata, spesso anche a causa di informazioni contrastanti che ci arrivano in quantità ridondanti dai media e dal web.

Una percorso di educazione alimentare si propone di fornire attraverso determinate metodologie, come ad esempio l’utilizzo di un diario alimentare, gli strumenti necessari per essere in grado di correggere la propria alimentazione ed acquisire la piena consapevolezza delle qualità nutrizionali dei cibi consumati, senza sottovalutare l’importanza di un’adeguata attività fisica, che può essere anche una semplice passeggiata dopo pranzo o terminato il lavoro.
L’organismo tornerà di conseguenza a “comportarsi” in modo adeguato ed i piccoli problemi giornalieri descritti sopra diventeranno nel tempo un lontano ricordo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*